martedì 30 aprile 2013

Il sospetto - Jagten (2012)

La storia di un insegnante danese ingiustamente incolpato di molestie da una bimbetta e quindi vittima
prima del sospetto e poi delle violenze del villaggio di automi ubriachi in cui vive.
Per un italiano sarà ancor più difficile confrontarsi con personalità e atteggiamenti di una società così distante: in generale più o meno tutti buoni o cattivi risultano strani.

Straordinaria l'interpretazione di Mads Mikkelsen e straordinario il personaggio di Lucas in grado di affrontare stoicamente la situazione.  Forse per fiducia nella verità forse nell'impossibilità di abbandonare la sua comunità resta lì dov'è a subire.

Vi verrà da ribellarvi di fronte a tutte quelle ingiustizie e invocare lo spirito del dio vendicatore Steven Seagall affinché scenda a spaccare qualche culone biondo.

Emotivamente parlando è un pugno in faccia che, sanse Amour, si sarebbe potuto portare a casa la Palma d'oro a mani basse.

10 commenti:

  1. Grandissimo film. E grandissimo Mikkelsen.

    RispondiElimina
  2. Sono mesi che ne leggo benissimo. Devo recuperarlo al più presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. soffrirai un po' a vederlo ma merita

      Elimina
  3. un film che ti fa correre brividi lungo la schiena,ma brividi veri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è uno dei pochi film davanti a cui è impossibile rimanere indifferenti

      Elimina
  4. pur'io ce l'ho lì, ma mi sa davvero di uno di quei film da cui esci incazzato col mondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. incazzatissimo, pugni sul divano

      Elimina
  5. Visto da poco anch'io, come dici tu forte il senso di ingiustizia che trasmette questa pellicola, forse un pò esasperata la causa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh ma valli a capire sti scandinavi

      Elimina