martedì 8 aprile 2014

Lei - Her (2013)


-E le dà soddisfazione?
-Cosa?
-Essere acuto.
-Tanta.
-Continui pure allora... continui pure.


Ho sempre avuto una certa antipatia per i film che si fondano su un'idea brillante e tirano a campare per un'ora e mezza su quell'idea.
Robe tipo servizi del TG costume e società sulle nostre vite attaccate ai cellulari in metropolitana invece che far all'amore in Cinquecento, si ricorda Signò'?

Eppure la capacità di Spike Jonze di tenere in piedi questa storia delicata ai limiti del ridicolo ( e il rischio era forte con Joaquin Phoenix coi baffi e le camicie gialle che si ammazza di seghe)  è nell'universalità del vero messaggio del film.

Non credo che il punto del discorso sia la solita  tirata anti-tecnologica. Her parla di sentimenti in maniera plausibile e sentita come pochi altri, il fatto poi che sia una storia d'amore con una voce sintetizzata passa in secondo piano.

Due parole sul doppiaggio: Cadenza romanesca.

17 commenti:

  1. Concordo in pieno.
    Grande film.
    Almeno in originale. ;)

    RispondiElimina
  2. concordo. quanto alla Ramazzotti, non sono così drastico, ma l'ho solo sentita nel trailer, quindi non faccio molto testo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io l'ho sentita solo nel trailer ma mi è bastato per rinunciare ad andare al cinema a vedere sto film, poi non so se te lo sei perso ma il marito della ramazzotti la difende dicendo che è stata eccezionale, bitch please!!

      Elimina
  3. Visto anche io giorni fa, che sia una parabola sull'onanismo? Bah non saprei, anni fa persino marco ferreri ha fatto un film di un uomo che si innamorava di un portachiavi che diceva i love you, ma questa è un altra storia, qui si parla di solitudine, di cose che avevi e vorresti riottenere, di paura di un nuovo rapporto, cioè non è il classico film lagnoso e stupido, ha un suo perchè :) Ne parlerò a breve anche io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un po' lagnoso ma non è il classico film lagnoso ;)
      aspetto la tua recensione!

      Elimina
  4. maste, perché diamine l'hai visto doppiato? newbie mistake ;)
    Il fatto che si trattasse di un sistema operativo passa in secondo piano quando la voce è quella di Scarlett

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zap non l'ho visto doppiato mi hanno spedito a casa il DVD quelli dell' Academy, mi è stato sufficiente il trailer, la Ramazzotti torni a fare amari

      Elimina
  5. Si, bello, delicato, ma come è arrivato è passato. Forse sono troppo razionale per una roba del genere.

    RispondiElimina
  6. No, io rimango comunque dall'altra parte della barricata: film sintetico. troppo lungo, con un protagonista che si vorrebbe prendere a schiaffi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece lo avrei preso a calci

      Elimina
  7. Non entusiasta come te, ma comunque gran film!
    Fortunatamente l'ho visto in lingua originale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ultimamente mi guarderei anche i film italiani coi sottotitoli :)

      Elimina
  8. Bel film, delicato e straziante come la solitudine...non sarebbe male nella realtà se accadesse veramente

    http://pietrosabaworld.blogspot.it/

    RispondiElimina