mercoledì 5 febbraio 2014

Dallas Buyers Club (2013)

Quando era piccolo l’Aids non c’era anzi c’era ma ce l’avevano solo i culattoni. Io non sapevo bene cosa fossero questi fantomatici culattoni però. Su Gente scrivevano che Rock Hudson era morto d’Aids, i miei fratelli pronunciavano Ro Cazzon e ridevano. Io non capivo ma nel dubbio ridevo. Poi uscì una pubblicità dove la gente in bianco e nero diventava viola e allora non ridevo più, continuavo a non capire ma avevo paura. Passano gli anni e Magic Johnson si prende il virus però è ricco e non muore, da quel momento in poi di Aids non si muore più. Altra lezione.La cura non si è mai trovata ma adesso l’eroina è da sfigati e i giovani arrivano all’età in cui si prende l’Aids che son già stufi del sesso anale quindi non si ammalano più. Fine.


Dallas Buyers club racconta la storia (vera) di Ron Woodroof che ammalatosi lotta contro quei brutti cattivoni delle compagnie farmaceutiche che vogliono a tutti i costi vendere l’AZT anche se fa male. Lui invece curava tutti con le vitamine.

Se questo è un gran film è grazie ai due protagonisti. Matthew vincerà l’Oscar che notoriamente è dato in base al coefficiente di dimagrimento  ( ( peso iniziale - peso finale) / peso iniziale) anche se a me è piaciuto di più Di Caprio. 

Jared Leto è bravo come sempre.


L’unico lato negativo del film è Jennifer Garner: con quella sua espressione a culo di gallina vi guarda stranita che sembra che se la fissate troppo a lungo vi aspira nel Nulla voi e tutti i vostri parenti e tutto il Cosmo.

7 commenti:

  1. 1. Figata
    2. Leto "sospettosamente" bravo nella parte del trans
    3. Bale allora dovrebbe averne una dozzina sul comodino di statuette
    4. Il tuo incipit è da oscar, applausi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2) Leto è il migliore anche quando fa finta ( di cantare)
      3) Bale è un personaggio a sé ormai
      4)True Story ;)

      Elimina
  2. Gran bel post, Maste.
    Film ben realizzato ed interpretato, ma lontanissimo dalle vette del Wolf di Scorsese e Di Caprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si dai non c'è paragone, Wolf è come una giornata a Gardaland!

      Elimina
  3. bel film ma gli attori sono mostruosi anche più del film...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film è un demo di Matthew Mc :)

      Elimina
  4. Director's cult13 marzo 2014 06:48

    Anche io mi ricordo la pubblicità della gente che diventa viola! E quella dei preservativi "di chi è questo?" Quando chiesi ai miei alla tenera età di 6 anni cosa fossero i preservativi, mi risposero "salviettine da viaggio". Altro che Ro Cazzon, almeno potevano dirmi che erano dei gavettoni! XD
    Bale andava premiato già per American Psycho, quindi ormai Lìo se ne deve fare una ragione se non l'ha vinto per The Wolf. Il film cazzarola l'ho perrrrso!!! :-(

    RispondiElimina