giovedì 4 aprile 2013

Quella casa nel bosco - The Cabin in the Woods (2012)

Era dai tempi de l'Armata delle Tenebre che non mi gasavo così per un horror
e fate conto che al tempo avevo 15 anni.

Cinque personaggi-stereotipo (la Puttana, lo Sportivo, il Secchione, lo Scemo e la quasi Vergine) vanno a rinchiudersi in una baracca  per trovar la bella morte.

All'inizio pensavo fosse una sorta di operazione parodistico-citazionista alla Scream e non mi aspettavo tutti i fuochi di artificio che sarebbero arrivati.

Questo film prende i cliché del genere, se ne riempie la bocca e li mastica, poi ci beve sopra birra, spumante, coca-cola e aspirina e vi sputa tutto in faccia.
C'è dentro di tutto e non è soltanto una  questione di rimandi ad altri film ( La Casa, My Little Eye, Scooby Doo). Il grande merito di Drew Goddard (Cloverfield, Lost, Alias) e Josh Whedon (The Avengers, Buffy, Serenity)  è la sorprendente spregiudicatezza con cui hanno dato briglia sciolta alla fantasia riuscendo al contempo a presentare un prodotto con una sua struttura ben delineata.
Gimme some sugar baby

Il finale, strepitoso e incazzato, è degno di God of War feat. H.P. Lovecraft.

In un un panorama così ripetitivo e appiattito fatto di opere presuntuose di tre ore un film come questo è qualcosa che mi riconcilia col cinema.

15 commenti:

  1. Non mi vergogno a definirlo capolavoro. Whedon e Goddard sono due geni del male assoluti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rimpiango di non averlo visto al cinema c.!!

      Elimina
  2. Bellissimo, il migliore del 2012 secondo la mia classifica:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vado subito a vedere cos'altro ci avevi messo allora ;)

      Elimina
  3. Film bellissimo e geniale: concordo in tutto e per tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e pensa che non ho ancora visto gli Avengers, temo una minchiata ma quasi quasi mi butto

      Elimina
    2. Avengers è una tamarrata ed un giocattolone, ma divertentissimo! Guardalo!

      Elimina
    3. si mi spaventa un po' la durata ma ormai i 120 minuti sono uno standard

      Elimina
  4. proprio così: super gasante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma a livelli estremi, tipo Fantozzi con la Perrier

      Elimina
  5. un horror che secondo me può essere un nuovo punto di partenza per il genere...assolutamente da non perdere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo, il filone della bambine coi capelli unti lo considererei esaurito!

      Elimina
  6. c'è, ma solo in inglese, un adattamento dal film. Penso proprio sia una schifezza

    RispondiElimina
  7. Mi ha davvero sorpreso, non mi aspettavo una genialata simile!

    RispondiElimina