venerdì 19 luglio 2013

Tutti pazzi per Rose - Populaire (2012)

Normandia, 1958. Rose è una ragazza simpatica, paciosa e imprevedibile e scappa dalla campagna dove l'attendeva un matrimonio programmato per cercar fortuna come segretaria in città. Qui trova Louis, un capoufficio pronto a soprassedere alla sua manifesta incapacità per spingerla invece a coltivare il proprio unico talento: la velocità a battere a macchina...

Forse perché abituato agli standard altissimi delle ultime produzioni francesi sono rimasto abbastanza deluso da questa pur piacevole commediola.
Tutti pazzi per Rose si riduce essere un training movie non particolarmente riuscito che sfrutta bene l'ambientazione e i toni da film americano anni Cinquanta ma che nella scelta di rimanere fedele a certi cliché di genere non propone nulla di nuovo. Se però adorate i colori confetto e a casa vostra avete risintonizzato i canali per mettere Real Time TV sull'1 questo è il vostro film.

Sempre bravo Romain Duris, assicuratore piacione e vena drammatica della storia nel suo rapporto difficile col padre e nell'amore mancato con la pregiatissima Bérénice Bejo.
Déborah François con quei lineamenti da cerbiatta maliziosa è perfetta per il suo ruolo.

Qualcuno ha tirato in ballo Amélie, a me è venuto in mente più che altro Bridget Jones...

Un film da vedere in compagnia femminile quando vi sentite sì generosi ma neanche proprio masochisti.

4 commenti:

  1. Déborah François la Bejo me l'ha battuta in bellezza e anche in atteggiamento, un film davvero caruccio io non mi aspettavo niente di che, in fondo parla di un concorso di dattilografia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Bejo un incanto in ogni scena

      Elimina
  2. Molto bellino. Mi sono innamorato della protagonista :)

    RispondiElimina