mercoledì 27 febbraio 2013

Anna Karenina (2012)

L'adattamento numero n del romanzo di Tostoj è pienamente riuscito.

Joe Wright sceglie quali parti della storia originale  raccontare limitandosi a qualche accenno delle trame secondarie.
Fatto questo mette in campo alcune idee molto ben realizzate. Su tutte le scelta di mostrare ciò che accade come se fosse una messa in scena teatrale con tanto di palco, quinte e sipario.
Evidente non si voleva realizzare un polpettone diretto col pilota automatico ma si è tentato di offrire invece un adattamento brioso e moderno.

Slowly we unfurl
As lotus flowers
Jude Law ottimo come sempre eccelle nel ruolo del marito che porta le corna con gran dignità.

Keira Knightley fa le solite smorfie ma ha i lineamenti perfetti per questo ruolo, la sensualità però è un'altra cosa. L'impressione è che il suo peso totale sia inferiore a quello di una parte anatomica che non nominiamo di Michael Fassbender.

Aaron Taylor-Johnson  è un Vronsky che sembra Gabriel Garko truccato da hipster ad un concerto dei Ministri.


Domhnall Gleeson (Levin) invece mi ricorda qualcuno ma non so più chi.

In ogni caso tirando le somme sarà che sono sempre stato appassionato di letteratura russa ma questo film mi è piaciuto molto.

12 commenti:

  1. Anche io ne ho parlato oggi!
    Film girato magnificamente, splendido da vedere ma non troppo coinvolgente emotivamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si in effetti un po' freddino, d'altronde Keira è quasi il nome di uno yogurt

      Elimina
  2. pur non essendo appassionata di letteratura russa, questo film è piaciuto molto anche a me. Una vera gioia per gli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed io che ero partito molto prevenuto sono rimasto sorpreso

      Elimina
  3. la descrizione di Aaron Taylor-Johnson mi ha fatto ribaltare: è perfetta

    RispondiElimina
  4. La definizione che hai dato di Aaron Taylor-Johnson è grandiosa e molto calzante ahahahahahah!
    Concordo sul fatto che il film sia ben riuscito e originale nella sua messa in scena: è letteralmente uno spettacolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ed il valore aggiunto è che non han ceduto alla tentazione di farli cantare

      Elimina
  5. Film particolare, ma mi è sembrato che dietro quel fasti visivo si nascondesse il nulla. Vale comunque più di una visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche secondo me dietro non c'è molto. ma il davanti è molto godibile!

      Elimina
    2. non il davanti della Knightley, purtroppo XD (lo so è una battuta sessista e volgare...)

      Elimina